Guerrieri di Pace 2016/2017

Guerrieri di Pace 2016/2017

Per cominciare giochiamo un po’ con i numeri!

Chiaro, no?! Guardando la somma delle cifre gli anni vanno avanti di nove in nove; e dal 2016 al 2017 c’è una fine e un nuovo inizio….

Non è bello? Quest’anno chiude un ciclo e l’anno nuovo ne apre un altro!!!

Lasciati ispirare da questo gioco di numeri nell’inizio delle attività, con l’autunno, a scuola e in tutti i luoghi dove c’è un intento educativo.

Lasciati ispirare  e con leggerezza metti nuovi semi nella tua vita, molto seriamente: con il 2016 chiudi con il solito modo di fare, con le vecchie abitudini (quelle che hanno danneggiato te e le persone intorno a te) e con il 2017 apriti ad un modo diverso di essere: attivo e positivo, allegro e responsabile, forte e gentile.

Cambiare non è facile, servono diverse condizioni: 1, essere stanchi di soffrire per i propri errori – 2, sviluppare un ideale di cambiamento – 3, crederci – 4, trovare un metodo per cambiare  – 5, metterci energia  – 6, metterci cuore – 7, sperimentare la pazienza – 8, frequentare persone che sostengono i tuoi sforzi – 9, evitare gli scettici.

Qui voglio focalizzare soltanto sul quarto punto…importantissimo perché si può proprio iniziare da qui: trovare un metodo per cambiare.

Questo che ti propongo, in verità, è solo una parte del metodo che seguiamo in Vita Equilibrata. Si tratta di due asana dello Yoga: gli asana uno e due del Guerriero, in sanscrito Virabhadrasana.

Queste sono due delle posizioni che più amo; intanto perché sono evocative nel nome e mentre le pratico sento che divento veramente un guerriero di luce. Posso sentire che il corpo viene spinto dall’interno in tutte le direzioni e mi sento come espandere e raggiungere luoghi, persone ed energie anche lontanissime. Inoltre, come si pratica nel sistema Ananda Yoga, sento la mente che si unisce al corpo concentrandosi su due affermazioni positive: “Sintonizzo la mia volontà con la sorgente di ogni potere” e “Manifesto con gioia il potere di Dio”.

Se conosci lo Yoga prova a fare questa pratica ogni giorno per qualche tempo e se ne hai la possibilità frequenta un gruppo che fa Yoga.

Negli incontri di Yoga a Scuola, che tengo regolarmente ogni settimana nella mia scuola (Morea-Vivarelli) a Fabriano, quest’anno approfondiremo questi due asana per padroneggiarli così bene da poterne vedere i frutti.

Nel 2017 (ricorda che è un anno numero uno!!!) è di fondamentale importanza diventare guerrieri di pace… c’è bisogno che elenchi i conflitti, più o meno grandi e più o meno vicini a noi, che stanno affliggendo l’umanità? Se vogliamo salvare questa terra così bella e se desideriamo una felicità duratura ognuno di noi deve prendere la sua parte di responsabilità e combattere.

Chi è il nostro Guerriero? E per cosa combatte?

Innanzi tutto, si può arruolare chiunque, non ci sono limiti di età né di genere o altro; l’unico requisito è voler combattere due battaglie: una interiore e l’altra esteriore.

Questi Guerrieri combattono per trovare pace in se stessi e per mettere pace tra le persone che frequentano; imparano a distinguere il bene dal male e seguono il primo; sorridono; amano e sono gentili con tutti.

Dove sono i nemici, o meglio gli avversari, del nostro Guerriero?

Non deve cercarli lontano; un nemico si chiama “prima io”… hai presente dove si trova? “quel parcheggio l’ho visto prima io!” oppure “corro per prendere la merenda prima che suoni l’intervallo!”. “Prima io” separa te dagli altri e il nostro Guerriero, invece, lotta per unire. Il Guerriero è cavaliere e sempre pronto a sacrificarsi; la ricompensa per lui è vedere gli altri che stanno bene.

Un altro nemico è la scortesia e la cattiveria, perché allontanano gli altri o li fanno reagire allo stesso modo: il Guerriero vuole essere vicino a tutti e non vuole neanche essere la causa dei cattivi comportamenti degli altri.

Altri due nemici sono pigrizia e vizio di lamentarsi. Il Guerriero invece è desto, pronto, positivo, energico ed entusiasta, perché è un essere sociale e ama essere cercato da tutti per la sua buona energia.

Con le posizioni del Guerriero puoi esercitarti nella visualizzazione di attingere energia e il potere del bene dall’universo; puoi percepire quel potere che fluisce nel tuo essere, devi essere sensibile e sintonizzare la tua radio mentale su un potere molto più grande di te: il potere di portare pace, saggezza, amore e gioia dove sei tu, ogni giorno, con chiunque.

E un ultimo consiglio, mentre pratichi gli asana fallo con gioia; esercitati a manifestare la gioia che quando sarà il momento ti scoprirai pronto ad esprimerla senza alcuno sforzo.

Buona pratica!

Ti ricordo che nel nostro centro per la Vita Equilibrata puoi imparare la pratica di meditazione e partecipare alle meditazioni di gruppo il Giovedì alle 18:30 e la Domenica alle 7:30.

Contattaci per avere informazioni.

Autore: Mauro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

1 × uno =